Vi ricordate la famosa scena del cinema ne “il tempo delle mele”? Quella dove la compagnia di giovanissimi amici ed amiche, alle prese con i primissimi appuntamenti galanti, si siede in sala e dove il più malizioso ed intraprendente dei ragazzini, buca la scatola di poc corn, ci infila dentro il sesso, e si diverte ad accogliere le manate vogliose di poc corn della coetanea vicina di posto? Ebbene, pare che le nuove generazioni non conosceranno mai la gioia, l’eccitazione e la piacevole zozzeria delle adolescenziali pomiciate al cinema.

Addio a palpeggiamenti, slinguate, smanacciamenti, sfregamenti porcelloni tra fidanzatini nel buio della sala: da oggi ci sono le app per “la visione condivisa”!!! In pratica, come al solito, non ti muovi da casa tua; apri la app e scegli il film che vuoi vedere in streaming (la app ti dice in che sito trovarlo), dopodiché, stabilisci giorno ed ora della proiezione casalinga e ti metti a chattare commentando il film con gli utenti che hai invitato alla “visione condivisa” (non sembra il nome di un esame diagnostico invasivo, tipo sonda anale?).

Una riunione di asociali in piena regola: ciascuno a casa sua. Niente più formula “pizza e cinemino” con più o meno timidi tentativi di approccio e corteggiamenti davanti al grande schermo. Addio a quell’indescrivibile emozione di tenersi la mano per la prima volta, al primo appuntamento o alla scusa di una scena paurosa per abbracciarsi stretti stretti. Addio ai baci prima timidi eppoi sempre piu’ profondi, fino ai titoli di coda con l’accensione delle luci in sala. Da soli, sempre più soli, sempre chiusi in casa, con i calzettoni infilati nei pantaloni del pigiama…e magari, per i più vogliosi, dopo “la visione condivisa” un bel giretto solitario su porno-hub e manina serale della buona notte. Ah, il progresso!!!!! Tutto più igenico così: nessuna malattia venerea, niente aids, manco un herpes e soprattutto nessuna delusione amorosa o ansia da prestazione sessuale.

Ah il progresso, la tecnologia, che gran cosa!

Posted by:Carlotta Sissi Zanitti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.