Che tu accenda il tuo apparecchio televisivo alle sei del mattino o alle quattro di notte, stai certo che non mancherai mai di imbatterti in programmi con il cibo come assoluto protagonista. Interi canali tematici dedicati al cibo; tutorial di cucina in tutti i laghi ed i tutti i luoghi; australiani che friggono, cinesi che friggono, americani che friggono, pugliesi e piemontesi insieme che friggono …ti basta guardare lo schermo che la glicemia ed il colesterolo schizzano alle stelle senza ingerire alcunchè.

Lasciate perdere i politici, i veri guru di questi anni 2.0 sono i cuochi, i critici gastronomici e i food-blogger: tutto il resto è conversazione. In ogni dove, un cuoco ci indica la via e ci invita a vedere la luce nel fondo di una padella! Possa crollarci in testa un meteorite; possa spazzarci via uno Tzunami, possa inghiottirci la terra che abbiamo sotto i piedi (come dicevaVito Catozzo)…ma fateci almeno magna’!!!!! In tempi di crisi e di depressione, non solo economica, il cibo diventa il piacere semplice dal quale ricavare consolazione, l’unico avamposto di residua umanità che ci è rimasto. Per fare sesso devi essere, per forza, con un numero di persone che parte da due (per i creativi), ma per mangiare,puoi benissimo essere da solo.

Il cibo è la masturbazione del terzo millennio, e’ l’appagamento immediato e semplice dove il piacere è garantito, ancora più dell’orgasmo. Chiudete in una stanza un manipolo di persone completamente diverse tra loro per credo politico, appartenenza religiosa, fede calcistica e provenienza geografica e se non si uccideranno tra loro, per inconciliabili distanze, finiranno a scambiarsi ricette, perchè la panza è probabilmente l’unica cosa che ci è rimasta a fregarsene di muri, confini e paletti, metaforici e non. Solo l’ultimo buco della cintura rimasto, può fermarci(forse).

https://carlottavox.wordpress.com/?fbclid=IwAR2IwVPqtTVP12jZiurxeSlssnZ6FZTywTJ5MJnrkcsaGabzL0fh-98X-M4

Posted by:Carlotta Sissi Zanitti

One thought on “MANGIA CHE TI PASSA (FORSE)

Commenta: