Erano i nostri eroi prima della nascita dei videogiochi e delle nuove tendenze digitali o virtuali.

Son quasi scomparsi, cosi come stan scomparendo le edicole; oculisti e dentisti li pongono ancora sul tavolino a favore dei loro piccoli pazienti che trovandoseli li pare pure che li apprezzino, ma poi una volta a casa dirottano il loro interesse su ben altro, solitamente di natura tecnologica. Ma gli eroi Disney oltre ad essere divertenti avevano una funzione educativa, erano degli eroi positivi a differenza dei tanti, anche fantasy che non lo sono affatto. Ma si sa i tempi cambiano, i paperoni e i rockerduc si coalizzano in un quadro globalista e i paperini soccombono cosi come capita che soccombano le buone idee ritenute inossidabili come quella che ebbe Walt Disney disegnando un mondo parallelo a quello umano con degli animali che ne replicavano vizi e virtu’.

Pluto fara’ le sue ultime pisciatine sulle gomme usurate della 313 mentre finalmente Topolino riuscira’ ad incastrare definitivamente Gambadilegno nonostante Basettoni in pensione e poi magari finalmente mettera’ incinta Minni che partorira’ un nuovo supereroe cattivo su cui si costruira’ una nuova serie piu’ adeguata ai tempi e disponibile come gioco sulle playstations.

Posted by:Sandro Geromin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.