In principio c’erano i girotondini di Nanni Moretti, poi vennero gli arcobaleni, poi le magliette rosse, poi tizi travestiti da zorro e le balconate, le madamin ed infine le sardine…cambiano i nomi, ma la borghesia radical chic quando scende in piazza è sempre assai distante dalle istanze del proletariato. Non manifestano per le fabbriche che chiudono e portano il lavoro altrove, delocalizzando; Non manifestano per i diritti dei lavoratori, che ormai sono sempre meno, ed hanno contratti scritti sulla carta igienica; Non manifestano per la riforma Fornero che ha ROVINATO una generazione e se ne sbattono il cazzo, diciamolo, di chi campa con 600 euro o meno di pensione.

Degli anziani che rovistano tra le casse di frutta lasciate in terra dopo i mercati non se ne interessano, e meno che mai di chi fa la coda alla caritas per mangiare, perché i soldi non bastano, anche se si lavora.

Il fatto che il nostro paese abbia un equilibrio geologico andato definitivamente a puttane con allagamenti e frane in ogni dove, li tocca alla lontana, al massimo tirano fuori la borraccia di Greta. Non vivono in periferia, la periferia disagiata come Barriera di Milano, dove si convive con i pusher e la mafia nigeriana.

La Mahle chiude, L’Ilva ed Alitalia chissà che fine fanno, Embraco ha già dato il giro e Dio solo sa’ quante fabbriche chiuderanno ancora, per colpa di governi incapaci (TUTTI), che non tutelano il lavoro e l’industria. No…tutto questo non li tocca….loro manifestano contro i partiti di opposizione perché…perchè… Perché gli sta sul cazzo che ESISTA la destra.

Qualunque tipo di destra. L’importante è demonizzare l’antagonista politico,chiunque sia…ieri Berlusca, oggi Salvini, domani Bertoldo e cacasenno.

Punto. Loro son quelli democratici, e non è ammissibile che esistano partiti non di sinistra che hanno il consenso elettorale del popolo…e se ce l hanno,quel consenso, ce l hanno perché il popolo è bue e vota male. Bisogna giubilare,avere un orgasmo, farsi venire le stelline negli occhi quando Zingaretti, o qualunque altro pseudo-leader del pd, parla di Ius Soli mentre il paese affoga e muore di fame e viene invaso da una imigrazione incontrollata.

Chi non vota a sinistra è un analfabeta funzionale e basta! Capito???

Non hai capito niente, faccia di serpente…gne gne gne!!! Che sia stata la sinistra ad abbandonare il popolo italiano, per cercare voti altrove, grazie al tanto agognato ius soli, è un dettaglio. Tutti in piazza, stretti stretti come sardine (da qui il nome del movimento), a protestare contro Salvini…poco importa che NON ci sia Salvini al potere ora, ci sta sul cazzo sto fascio e bon…noi manifestiamo!!! E dopo la manifestazione, tutti a fare apericena in centro, una bella pastasciutta antifascista,

hasta l’aperitivo siempre, compadres!!!

Posted by:Carlotta Sissi Zanitti

4 replies on “SARDINE E SPRITZ: LA RIVOLUZIONE CHIC È SERVITA

    1. Ciao,l’articolo l ho scritto io.
      In passato sono stata un’elettrice di sinistra e ho smesso di esserlo nel momento in cui la sinistra si è allontanata dal cosidetto “popolo”.
      Se il “populismo” attrae cosi tanto consenso tra la gente comune, è proprio perché si è creato un vuoto da parte della sinistra che paradossalmente ha saputo riempire la destra.
      Una volta la voce di operai,disoccupati,giovani e pensionati era la sinistra,ormai,purtroppo,essa rappresenta solo piu’l’alta borghesia altolocata,molto distante dai problemi delle periferie di noi comuni mortali.
      Io da anni,ormai,voto a destra…ma ti posso dire che non mi sento rappresentata a pieno nemmeno da salvini e dalla meloni perché cerco una destra liberale,laica e fondata sui valori repubblicani che di fatto non esiste…e quindi voto,per contrasto,quanto è più distante dal pd e dalla sua idea no border e mondialista.
      Di fatto avremmo bisogno sia di una VERA destra, che di una VERA sinistra…ma ci tocca arrancare con il pochissimo che abbiamo a disposizione

      1. io sono socialista, non quelli alleati del pd quelli di Pertini, poi prima che scoppiassero gli scandali ho vatato radicale, nonostante che le loro idee non mi appartengono, erano almeno onesti, dopo Capezzone mai più votati, l’ultima volta 5 stelle mai più neanche loro.
        Le prossime non so….
        Un saluto, piacere di averti incontrato.

  1. Anche io ho votato radicale in passato,le grandi riforme libertarie del divorzio e l aborto le dobbiamo a loro,sono stati uno dei pochi partiti davvero validi della politica italiana..poi han perso colpi pure loro,fino alla deriva con la bonino di +europa. Un salutone a te ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.