Rumors dal parlamento e dai media annunciano una grossa rogna per il Fafiuche’ Giuseppi Conte gia’ all’inizio dell’anno nell’addi’ 7 Gennaio 2020.

Di certo ancora non c’e’ nulla di concreto se non che la polveriera potrebbe esplodere sul caso di quella Prescrizione cosi’ tanto voluta dal ministro della giustizia Bonafede soprannominato DJ Fofo’ per i suoi trascorsi dietro le consolles delle discoteche.

Vediamo un po’ quei  presupposti che se si amalgamassero fra loro potrebbero far saltare per aria questo governo di opportunisti, lacche’ ed incapaci:

-Sussistono due proposte, una del Pd ed una di FI che al voto in parlamento possono raccogliere ampio consenso trasversale; se passassero DJ Fofo’ potrebbe dimettersi seguendo l’esempio del Fioramonti e a quel punto il premier dovrebbe cercare un’altra ragazza pon pon da mettere alla giustizia.

-Il Movimento 5S proprio in questi giorni sta saltando per aria e in questi casi puo’ verificarsi il liberi tutti  con schegge impazzite scagliate in piu’ direzioni.

-I nuovi gruppi parlamentari sono imbastiti e dopo il caso Paragone possono verificarsi alleanze impensabili in parlamento qualche tempo fa con relative votazioni contro la legge Bonafede.

-Renzi in qualche modo sta prescrizione non la digerisce anche per motivi personali ed e’ sempre piu’ orientato all’ottica del suo amico Verdini seppure gli rimanga il dubbio che visto che il suo Italia Viva non decolla sarebbe ancora presto accendere la miccia per far saltare la polveriera.

-Ma Salvini  con Renzi  lega eccome e una quadra sul futuro possono trovarla.

-Il premier e’ esausto e sfinito fisicamente (In un recente video che lo ritraeva a fianco di Casalino non ce la faceva a sedersi sulla sedia dal dolore…) sta gia’ lavorando ad un suo riposizionamento, e’ abilissimo nel gestire a suo favore situazioni complesse ma potrebbe veramente gettare la spugna non affidandosi piu’ ad uno dei suoi voli pindarici.

-Negli stessi giorni puo’ essere presentato il referendum sul numero dei parlamentari e chissa’ se stanno maturando accordi sottobanco fra deputati grillini e partiti vari su posti blindati in lista alle prossime elezioni…anche in cambio di un voto contro la legge Fofo’…

Insomma con questo e molto altro si puo’ prefigurare una deflagrazione ma se non capitera’ non preoccupatevi, Salvini ha messo in agenda duecento comizi  entro il 26 gennaio, roba da guinness dei primati, a qualcosa serviranno.
Posted by:Sandro Geromin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.