Ma quanti ndranghetisti ci sono? ne arrestano da anni a frotte, migliaia, eppure non finiscono mai.

E’ prematuro esprimere un giudizio sulla vicenda del giorno che vede protagonista di un arresto un conosciuto uomo politico piemontese per trattative con le cosche.

Ne ho parlato spesso della magistratura politicizzata che agisce strategicamente per fermare avversari politici, non so se questo sia uno di questi casi ma per onesta’ intellettuale va detto che un conto e’ un’ indagine e un’ altro e l’ arresto che senza almeno qualche prova e’ difficile che avvenga.

Mi auguro per il suo bene che possa rapidamente avere prove inconfutabili della sua innocenza perche’ in caso contrario per lui finisce la serenita’ e non solo la sua carriera politica con inoltre tutte le ripercussioni a carattere famigliare che incombono.

Ma una domanda un po’ sui generis vista la vicenda me la sono fatta e perdonatemi l’ ingenuita’:

ma non era la criminalita’ organizzata che da sempre pagava i politici in cambio di favori?

Ora scopriamo che sono i politici a pagarla in cambio di favori…

mha, probabilmente oramai conta ben piu’ della politica.

Posted by:Sandro Geromin

Commenta: