Che cosa restera’ di me del transito terrestre di tutte le impressioni che ho avuto in questa vita” (Franco Battiato “Mesopotamia”) Avere nel palmo della mano, grazie agli smartphones, l’accesso all’onniscenza di internet ed usare tutto quel potere immenso che potremmo sfruttare per istruirci o fare arte, per futilità di cui non vi rimarrà traccia alcuna. Forse, tra 30 anni, il tronco su cui il nostro giovane padre innamorato ha inciso il nome di nostra madre sarà ancora leggibile, mentre di tutto ciò che abbiamo condiviso nell’etere dei social, non rimarrà nemmeno un’ombra pixellata.

Che cosa rimarrà di QUESTO transito terrestre? Il nostro tempo fagocitato dai server e sputato sulla home page di centinaia di persone che si addormentano e si risvegliano contemplando un display. Quanto tempo abbiamo buttato…tempo che non torna…tempo su cui abbiamo tirato lo sciacquone tra un selfie e l altro. Centinaia di chat farcite di inutili pettegolezzi su persone che nemmeno conosciamo; Ore ed ore di conversazioni futili e troppo spesso crudeli; Canzoni che nessuno ascolta, like sul cosa cazzo me ne importa! Cattiveria a colazione, cyberbullismo a pranzo, porno a cena.

Invia la foto del tuo cazzo a 15 donne a cui hai appena richiesto l amicizia. Amen, prega e ringrazia la madonna, non interrompere la catena e condividi se hai un cuore. Diffondi la bufala fresca di giornata e digita, forte, sui tasti cose che nessuno ti dirà, urlando quanto sei indignato. Fatti una foto con la bocca a culo di gallina e schiaffaci sopra una frase di Bukowski o Alda Merini..sorvolando sul fatto che non li hai mai letti, e che se loro due potessero, tornerebbero dalla tomba solo per prenderti a calci.

Le risorse boldriniane ci pagheranno la pensione, le scie chimiche avvelenano i vaccini, Salvini semina odio e chi non è juventino è rosicone. Je suis charlie, pray for Manchester e metti una cornice colorata alla tua foto da lapide digitale. Che cosa restera’ del transito terrestre? La terra trema, i fiumi straripano, le bombe volano e noi nel mezzo di un attentato a dire che stiamo bene….ma non benissimo. Si muore sotto camion lanciati nella folla; Si muore sparati da beduini urlanti, ma condividi il video di Saviano,canta “bella ciao” mentre ti stuprano e diomio…come sono belli i gattini e quanto è buono il kaffe’!!! Che cosa restera’del transito terrestre? Il meno possibile…speriamo il meno possibile….

Posted by:Carlotta Sissi Zanitti

One thought on “COSA RESTERÀ DI QUESTI ANNI SOCIAL?

Commenta: