Charles Aznavour – Com’è triste Venezia

Com’è triste Rivoli, dopo le elezioni. Com’è triste Rivoli, ma lo era pure prima.

Si cercano nuovi insulti, da vomitare sul web, e si vorrebbe piangere, ma è meglio litigare, per mostrarsi piu forti, mentre dentro si è morti.

Com’è triste Rivoli, che non c abbiamo manco le gondole. In compenso la campagna elettorale non finisce più. Tra vincitori e vinti, tutti a pontificare, ma nessuno ha risposte, quando poi c’è da fare.

Sui gruppi poi già, si ricerca il consenso, per occupar la cadrega che domani sarà.

Si insulta e si ridacchia, Si “vigila” e si fa pacchia, tra muri,treni,grattacieli,presepi e metro’, ogni giorno a Rivoli, si muore ancora un pò.

Addio gabbiani in volo, Ah no, sono avvoltoi, han tutti la stessa faccia, anche se cambiano i color.

Troppo triste Rivoli, lo era pure prima, troppo triste Rivoli se dal castello si guarda in giù.

Posted by:Carlotta Sissi Zanitti

Commenta: