Ma spesso e’ un tira e molla tra la mente, che vuole imporsi, e il cuore, che sente. E allora, non sapendo che fare, ci si lascia  trasportare dalle emozioni che si provano se si ha un temperamento creativo e sensibile oppure, se lo si ha piu’ razionale, ci si ferma a ponderare con calma.

Vi lascereste trasportare senza limiti se sapeste che è ciò di cui avete davvero bisogno? Tuttavia, non lo sapete. Avete paura che il vostro  cuore vi porti in un luogo in cui soffriate e, per questo, la vostra mente interviene per evitare che questo si verifichi. 

Ma questo tira e molla e’ veramente lecito oppure ci snatura? Penso che un individuo per sentirsi veramente libero e felice dovrebbe assecondare il suo temperamento e la sua  natura che dipendono prevalentemente dal bagaglio genetico di cui disponiamo.

Nasciamo con quello e poi ci plasmiamo ma la maggioranza delle risposte che diamo alle situazioni in eta’ adulta derivano dall’ esperienza e dall’educazione ricevuta, quindi da quanto immagazzinato piu’ quello che avevamo nell’hard disk originario.

E’ piu’ facile che sia la mente a prevalere man mano che cresciamo e avanziamo di eta’, un po’ lo considero un peccato, puo’ esser che mi sbagli ma il detto “al cuor non si comanda” mi pare che trovi sempre meno riscontro nella societa’ attuale.
Posted by:Sandro Geromin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.