Il corona virus e le misure governative per contenere i contagi ci costringono, tutti, a stare chiusi in casa: cosa fare, allora, per far passare BENE il tempo tra le mura domestiche? Una volta finito di strafogarsi di cibo, sesso ed alcool (tanto per combattere la paura), e dopo aver letto dei buoni libri ed ascoltato la nostra musica del cuore, non resta che accendere la tv e scegliere dei film adeguati per tenerci compagnia.

Da brava ipocondriaca ansiosa, un filo sado-masochista, non posso che stilare un elenco con i migliori film dedicati alla propagazione di misteriosi virus, alle pandemie, alle epidemie e alle catastrofi sanitarie…tanto per restare ben sintonizzati sulle nostre ansie odierne.

Per una FULL IMMERSION ed una catarsi completa e soddisfacente in merito alle epidemie, ecco delle pellicole che non dimenticherete.

Non posso non iniziare il mio articolo con il classico dei classici delle apocalissi zombie: LANOTTE DEI MORTI VIVENTI, del 1968 firmato dal “papà” dei film di genere sugli zombie, George A.Romero.

Un classico senza tempo, in bianco e nero, con effetti speciali che oggi fanno sorridere per la loro rudimentalità, ma che ancora inquieta grazie all’atmosfera cupa ed ansiogena. Sempre in tema di apocalisse zombie, un film più recente del classicone di Romero, ma che si merita un posto nel nostro immaginario catastrofista, è indubbiamente

”28 GIORNI DOPO”, del 2002, del regista di Trainspotting Danny Boyle. Un road movie avvincente che ricorda, nelle atmosfere, molti passaggi del capolavoro catastrofista di Stephen King “L’OMBRA DELLO SCORPIONE” (a proposito, nel 1994 ne fu fatta una miniserie tv con Gary Sinise, recuperatela!).

Di film sugli zombie ovviamente ce ne sono a frotte, ed esistono almeno due serie tv di grandissimo successo chiamate “THE WALKING DEAD” e “FEAR WALKING DEAD”: se la quarantena proseguirà ad oltranza (speriamo di no), avrete modo di vedere entrambe le serie per intero. Una volta che vi sentirete “sazi” di pellicole con tema “apocalisse zombie”, possiamo concentrarci sulle emergenze sanitarie, per fortuna molto più spaventose di quella che ci costringe a stare chiusi in casa.

Partiamo con il film che, in questi giorni di CORONA VIRUS, risulta essere il più ricercato ed il più scaricato, sia in streaming legale che in dowload illegale: ”CONTAGION” di Steven Soderbergh. “CONTAGION“ è una pellicola del 2011 con un cast “all stars”, dove Gwyneth Paltrow non si occupa di produrre candele con l’aroma della sua vagina, ma muore malissimo praticamente subito.

In “CONTAGION” si parla di una gravissima epidemia che si propaga per il Globo, che porta tosse secca e febbre, seguita da attacchi ischemici, emorragia cerebrale e … in ultimo, la morte.

Probabilmente il film più spaventoso che sia stato fatto in merito alle emergenze sanitarie da contagio.

Proseguiamo il nostro viaggio sulle misteriose epidemie cinematografiche, con un capolavoro del 2008 firmato M Night Shyamalan: ”E VENNE IL GIORNO”, dove una neurotossina prodotta dalle piante, induce al suicidio immediato chi respira l’aria contaminata. Film consigliatissimo per l’atmosfera sospesa ed ansiogena. Nell’avvincente “LA CITTA’ VERRA’ DISTRUTTA ALL’ALBA” del 2010, il virus assassino si nasconde nelle falde acquifere e fa venire voglia di ammazzare tutti a chi ne viene infettato.

Se dopo aver visto il film premio oscar “PARASITE” vi siete innamorati del cinema coreano, c’è poi “THE FLU-IL CONTAGIO”, dove si parla di contagi, isolamenti e ricerca disperata del vaccino per contenere un virus letale. Fuori da questo elenco, perchè non tratta l’argomento di misteriosi virus con contagio e pandemie annesse,vi suggerisco poi, come BONUS, la visione del capolavoro di Kubrick “SHINING”, tanto per rimanere rassicurati nell’esser costretti a rimanere chiusi in casa, isolati con i propri famigliari come unica compagnia.

Buona visione, amici.

Posted by:Carlotta Sissi Zanitti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.